Svezzamento dei neonati: quando e come iniziare

lo svezzamento

Lo svezzamento è una tappa fondamentale nella vita dei neonati. Durante lo svezzamento, la mamma, pur continuando ad allattare il bambino, gli fa assaporare nuovi cibi che vanno a integrare la sua alimentazione. Quando e come iniziare lo svezzamento? Ecco alcuni pratici consigli.

Osservate attentamente il bambino

Osservate con attenzione il bambino e cercate di capire se manifesta curiosità o interesse verso il cibo. Quando siete seduti a tavola per mangiare, mettete il bambino sulla sdraietta vicino a voi e vedete come si comporta.

osservare il bambino

Non abbiate fretta di cominciare

L’OMS stabilisce che lo svezzamento debba cominciare, pur non sospendendo l’allattamento, al compimento del sesto mese di nascita. Nonostante ciò, questa non è una regola: ogni bambino ha i propri tempi e i genitori li devono rispettare.

non avere fretta di cominciare

Non fate coincidere lo svezzamento con altre tappe importanti

Se è possibile, meglio evitare di far coincidere lo svezzamento con altre importanti tappe, come l’inizio dell’asilo nido o il rientro al lavoro della mamma.

no altre tappe importanti durante lo svezzamento

Non innervositevi ma siate sereni

Se il bambino ha difficoltà non innervositevi, anzi, siate sereni. I bambini sono molto sensibili e capiscono se c’è qualcosa che non va.

non spazientitevi

Se il bambino non finisce la pappa, non preoccupatevi

Se il bambino non finisce ciò che c’è nel piatto, non preoccupatevi. Il neonato, infatti, è in grado di autoregolarsi.

se il bambino non finisce di mangiare

Il cucchiaino non deve essere mai troppo pieno

Fate in modo che il cucchiaino non sia mai troppo pieno. Allo stesso modo, non abbiate fretta, il cucchiaino deve essere offerto al bambino solo quando avrà deglutito quello precedente.

non riempire troppo il cucchiaino

Lasciate che il bimbo tocchi il cibo con le mani

I neonati, durante lo svezzamento, coltivano l’abitudine di toccare il cibo con le mani: questo perché nutrono curiosità verso il nuovo alimento.

lasciate che il bambino tocchi il cibo con le mani

Riproponete lo stesso cibo dopo qualche giorno se il bambino l’ha rifiutato

Se il bambino ha rifiutato un particolare tipo di alimento, non abbiate paura. Dopo qualche giorno potrete riproporlo senza timori né ansia.

riproporre lo stesso cibo se il bambino lo rifiuta

Non ritardate troppo l’inizio dello svezzamento

Non fate in modo che l’ansia o il timore per questa nuova fase vi assalga. Non nascondetevi dietro falsi timori per paura che il bambino abbandoni il seno.

non ritardare lo svezzamento

Potrebbe interessarti anche